In promozione

  • PortoFlamingo 9
  • DSC 9235
  • HMP 3
  • Be my one 1
  • Johnny DalBasso
  • DuoBucolico official1
  • Scontati 2
  • copertina FB
  • foto Lenula 1
  • ANUDO zeen

UNA e "Il Lavoro" di Piero Ciampi

 

nuovo singolo e videoclip per la cantautrice pugliese

 

NOBRAINO

Impegnata nella sua lunga tournée nelle maggiori località musicali italiane, Marzia Stano aka UNA non si ferma, anzi raddoppia: la cantautrice questa volta si confronta con la grande tradizione della musica d’autore nazionale, regalandoci una personale rivisitazione de “Il Lavoro”, uno dei brani di maggiore profondità ed espressività di Piero Ciampi.

“Il Lavoro”, scritto da Ciampi e Marchetti sul finire degli anni '60, sembra descrivere fedelmente lo scenario dell'Italia odierna: l'assenza di lavoro e di prospettive future per le nuove generazioni, le fughe all'estero lontano da una politica sempre più avara di risposte e dalle barriere dei pregiudizi che mortificano le speranze. In questo brano, però, l'euforia e l'amore prendono il posto della rabbia e dello sconforto.

Nella versione di UNA la protagonista è una giovane ragazza creativa e ironica, romantica e disoccupata. Il suo amante le chiede continuamente come sono andate le decine di colloqui a cui lei si sottopone con scarsi riscontri, ma i due festeggiano comunque facendo l'amore, progettando di andare al mare, suonando e ballando in casa come sfrenati. Sono pazzi? Forse si, ma nemmeno l’assenza di prospettive e di un futuro degno di questo nome riusciranno a mortificare la fantasia, la vitalità, l'euforia e l'amore. E' questo il messaggio che "Il Lavoro", rivisitato da UNA, assume in questa nuova veste, registrato e interpretato in un'estate degli anni '10.

 

IL LAVORO

Testo: Piero Ciampi

Editing testo: Marzia Stano

Musica: Marzia Stano, Gianni Masci

Bass, Acoustic guitar and percussions: Gianni Masci

Electric Guitar: Simone Martorana

Arrangiamento: Gianni Masci e Marzia Stano

Produzione, Registrazione, mix e mastering al TIGRA STUDIO di Gianni Masci

 

Di ritorno dall’UNconventionAl Tour in giro nelle maggiori capitali europee (Parigi, Bruxelles e Berlino), da un’anteprima tutta italiana a Napoli e Bologna e da una mini-tournée pugliese in compagnia di Roberto Dell’Era, UNA continua la sua tournée estiva con una serie di date che la vedranno esibirsi durante tutto il mese di agosto in importanti rassegne musicali: dal TolfArte al Busker Festival, fino allo Szigest Festival di Budapest (9 agosto), evento al quale la cantautrice pugliese parteciperà insieme ad altri artisti dell’etichetta MArteLabel (da Dellera agli Underdog agli Inbred Knucklehead), presentando brani del suo “Una Nessuna Centomila”.

Una Nessuna Centomila” è un disco dove il profondo si nasconde in superficie e dove il riferimento esplicito all’opera pirandelliana non è causale, permeato da ironia e cinismo, è il racconto di una maschera, quella che indossiamo tutti giorni che invece di nascondere, rivela.

«Per la scrittura delle canzoni sono tornata in Puglia isolandomi in una casa vicino al mare. E’ stato concepito tra l’estate del 2011 e l’autunno del 2012 […] Questo ritorno nella terra delle mie origini è coinciso con l’avvicinamento alla musica folk intesa come musica “scritta con il linguaggio del popolo e pensata per il popolo”. […] L’impianto rock cela al suo interno ritmi e armonie tipiche della musica tradizionale dei paesi del mediterraneo, contaminate con influenze anni ’70 ispirate ai grandi cantautori […] avvicinandosi al canone della filastrocca popolare, cara ad uno dei miei più grandi maestri di musica e poesia Fabrizio De André».

 

UNA

Marzia Stano in arte “UNA”, classe ’82 frequenta il Dams e l' Accademia di Belle Arti di Bologna, nasce a Torino ma cresce in provincia di Bari dove comincia a scrivere le sue canzoni sin da piccola. Front woman e fondatrice della band Jolaurlo, collabora sin da subito con persone attive nel panorama indipendente italiano come Vinci Acunto (Ginevra De marco, Teresa de sio, Taranta Power, etc..), Daniele Grasso (Afterhours, Jhon Parish, Le Loup Garou, etc).

Assieme alla band Jolaurlo partecipa a tutti i più grandi festival di musica rock in Italia e suona sui palchi dell’Heineken Jammin festival, 1° Maggio di piazza S. Giovanni a Roma, Arezzo Wave, aprendo i concerti di Siouxie, Iggy Pop, Gogol Bordello, Battiato, Max Gazzè, Cristina Donà.

Pubblica assieme alla sua band 2 dischi (“D'Istanti” Tube Records/Venus, 2005 “InMediatamente” OTRlive/ Tube Records, 2007) che ricevono un ottimo feedback di critica dalle riviste e da giornalisti di settore.

Nel 2008 con il brano “Missione e sottomissione” vince il premio come “miglior testo” assegnato dal quotidiano il Manifesto in occasione dell’anniversario della Dichiarazione Universale dei diritti umani.

Dal 2009 lavora assieme al pianista Lucio Morelli ( Max Gazzè, Paola Turci ) alla scrittura del suo primo disco solista con la partecipazione strumentale di musicisti e amici come Angela Baraldi, Gianluca Bartolo (Pan del Diavolo), Gianni Masci ( Jolaurlo), Giacomo Fiorenza (I Cani, Colapesce), Andrea Mancin (My Awesome Mixtape, Giardini di Mirò).

Ad Ottobre 2012 UNA vola negli States per partecipare insieme a Negrita, Subsonica, Mannarino, Mama Marjas, Boom Da Bash ed altri artisti italiani al Festival HIT WEEK.

L’uscita del suo primo disco dal titolo “Una Nessuna Centomila”, anticipata da un minitour europeo, è avvenuta a maggio 2013 per MArteLabel, con il sostegno di Puglia Sounds Record – PO FESR PUGLIA 2007/2013 ASSE IV – INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO.